Studenti del Giulio Cesare simulano processo nell’ambito di un progetto per prevenire e contrastare la violenza sulle donne

Martedì 23 febbraio, nell’Aula Magna del Liceo Giulio Cesare di Roma (ore 9-12), si terrà la simulazione di un processo su un caso di stalking, lesioni e favoreggiamento “X = Y PENSAVO FOSSE AMORE”, momento conclusivo di un’attività laboratoriale del progetto “Pari e dispari: due insiemi, un gioco. Tre mosse per prevenire la violenza contro le donne” realizzato dal Liceo Giulio Cesare di Roma in collaborazione con Tuttoscuola e Civicamente e con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri/Dipartimento Pari Opportunità.

Leggi la locandina dell’evento

Guidati da magistrati e avvocati del Foro di Roma, gli alunni delle classi liceali III F e della III G (ultimo anno del corso di studi) saranno impegnati nei ruoli di imputati, persona offesa e testimoni del processo simulato. Il Giudice introdurrà il processo, presentando le parti processuali ed il caso sottoposto al giudizio e dichiarerà aperto il dibattimento. Saranno sentiti il Pubblico Ministero, i difensori della parte civile e degli imputati, i testi e gli imputati. A conclusione della fase istruttoria, sentiti Pubblico Ministero e difensori, il Giudice si ritirerà in camera di consiglio con gli studenti per emettere la sentenza. Seguirà un dibattito con domande e riflessioni degli studenti.