Tuttoscuola: Il Cantiere della didattica

Alternanza Scuola Lavoro ed educazione finanziaria: competenze, scelte di vita e cittadinanza

L’alternanza scuola-lavoro prevista dalla legge 107/2015, specie per i Licei che hanno scarsa presenza ordinamentale sul tema, si sta rivelando una grande opportunità metodologica per progettare esperienze didattiche a valenza orientativa, capaci di integrare nel curricolo liceale competenze non previste dagli ordinari piani di studio. Come in un cavallo di Troia nostro alleato, dal suo ventre possono uscire greci amici, portatori di innovazione didattica e di valore aggiunto per gli studenti. Nello svolgimento della propria attività principale, quella di educare i giovani per sostenere le loro scelte nella vita adulta, la scuola ha tra le sue priorità la ricerca di raccordi con il territorio proprio per assolvere la propria missione verso i cittadini di domani, rendendoli capaci di prefigurare i percorsi di vita futuri meglio rispondenti ad aspirazioni e capacità personali. Ne abbiamo parlato nel numero di maggio di Tuttoscuola in un articolo di Giovanna Morini, dirigente scolastico del Liceo Classico e Linguistico “L. A. Muratori – San Carlo” di Modena.

Clicca qui e scopri il numero di maggio di Tuttoscuola

Nel curricolo liceale non sono previsti insegnamenti di area economico-finanziaria, e anche nel bagaglio professionale dei docenti la competenza disciplinare in materia è pressoché assente. La consapevolezza della utilità di integrare nel curricolo liceale queste competenze, almeno ad un livello di base, l’esigenza di un approccio non teorico, ma che faccia incontrare studenti e docenti con la concretezza, anche se semplificata, del mondo reale, l’assenza di risorse professionali interne, ci hanno spinto a co-progettare un percorso con l’Università[1]interessata alla valorizzazione dei risultati della ricerca e alle attività di Public Engagement, nonché a facilitare la formazione continua.

Il progetto si è articolato in circa quaranta ore di attività tra lezioni, laboratorio, produzione di materiali e verifica, e ha coinvolto due classi quinte, una di classico e una di linguistico, i due indirizzi offerti dal nostro Liceo “L. A. Muratori – San Carlo”, un liceo della parola, antica e moderna, che propone un curricolo aperto alle più diverse scelte universitarie e professionali.

I temi affrontati sono riconducibili a due moduli: La finanza nell’economia e nella società (cos’è la finanza; rendimento, rischio e incertezza; i principali strumenti finanziari); Banca e moneta (Banca Centrale e sistema dei pagamenti; ruolo delle banche nel finanziamento di imprese e famiglie; unione monetaria europea e ruolo della BCE).

Le attività frontali sono state accompagnate da attività laboratoriali di simulazione con la guida di alcuni studenti della Laurea Magistrale. Il lavoro su dati finanziari di Fondo monetario e Banca Centrale Europea, la loro lettura grafica ed interpretazione, lo studio di casi reali ha dato concretezza al percorso nell’ottica dell’imparare facendo, risultando una parte molto apprezzata dagli studenti. Il confronto operativo con i problemi reali, la motivazione sfidante per i ragazzi, uniti alla capacità di indagine tipica del metodo liceale, hanno consentito di affrontare il gap di conoscenza disciplinare specifica.

All’interno della parte del percorso costituita da rielaborazioni e produzione di elaborati o presentazioni, individuali o di gruppo, sono state realizzate letture di articoli in inglese tratti da Economist e Financial Times, insieme alla visione e discussione di spezzoni di film in lingua sulla crisi finanziaria. Questa parte è stata senz’altro utile per allargare l’analisi tecnica agli aspetti culturali e sociali del tema. Abbiamo approfondito l’esperienza nel numero di maggio di Tuttoscuola.

Clicca qui e sfoglia il numero di maggio di Tuttoscuola

ù

Clicca qui, scegli la formula che fa per te e abbonati ai servizi di Tuttoscuola

 

Forgot Password