‘Scuole sicure’. L’emergenza Covid-19: un’opportunità?

Il tema della sicurezza sanitaria in questo delicato momento storico è forse l’aspetto principale che coinvolge, prima di tutto in maniera emotiva e poi anche dal punto di vista della governance, Dirigenti  Scolastici, docenti, genitori e tutte le persone, e sono milioni, che ogni giorno entrano in contatto con l’universo scolastico.

Come spesso accade a settembre sono le domande, i dubbi, i punti interrogativi, unici punti fermi quando si parla di scuola, a farla da padrona. Come sarà organizzata la didattica? Come affrontare la pandemia con i pochi decenti a disposizione? Come promuovere l’inclusione senza docenti specializzati? Alle consuete domande di ogni anno, quest’anno si aggiungono, in maniera preponderante, tutti i dubbi e le preoccupazioni legati alla dimensione sanitaria.

“Scuole sicure” è un testo agile e concreto, scritto da chi vive e conosce profondamente la scuola e questo è fondamentale in tempi di fake news e mancanza di chiarezza. Simona Mancini, autrice del volume e docente di Lettere nella scuola secondaria di primo grado, accompagna i lettori all’interno di un delicato e complesso scenario, con la passione della docente e la precisione della ricercatrice. Partendo dalla situazione legata alla sicurezza a scuola prima del Covid-19, l’autrice presenta le caratteristiche strutturali della scuola che sarà a breve. Come affrontare il nemico invisibile all’interno del contesto scolastico? Come gestire il delicato tema della frequenza scolastico, a tutela della salute?  In quali casi e con quali modalità si gestirà la sospensione delle attività didattiche? Quali gli obblighi professionali dei docenti a tutela della salute?

Per ognuna di queste domande un intero capitolo, dal taglio estremamente concreto e funzionale, quasi una guida per docenti e dirigenti che vogliono, e devono, approfondire le modalità per un rientro in sicurezza.

Scuole sicure” si presenta come una torta invitante, una di quelle che non stufano mai e che si sente il bisogno di assaggiare un pezzo e un altro ancora. Come ciliegina inevitabile segnaliamo la Prefazione di Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Un connubbio, quello sanitario e scolastico, che in questo momento deve aiutare, sostenere e indirizzare il lavoro di migliaia di docenti alle prese con un nemico senza volto. La domanda, a questo punto, è d’obbligo: riuscirà la scuola a cogliere l’opportunità di trasformare questa sfida in un’occasione di crescita?