Tuttoscuola: Il Cantiere della didattica

Math in Progress: Artematica, un percorso interdisciplinare

Contesto: Classe quinta della scuola primaria dell’IC di Lodi Vecchio (LO), A.S. 2015-2016
Docenti: Cabrini Carolina

Di seguito è sintetizzato un tratto di un più ampio percorso interdisciplinare che, facendo leva sulla bellezza degli elementi naturali, ha accompagnato la classe nella scoperta che “La matematica si può considerare come ciò che unisce e si interpone fra l’Uomo e la Natura, fra il mondo esterno e quello interno, fra il pensiero e la percezione” (Froebel).

In uno spazio/tempo di apprendimento pensato, ma aperto e libero, che assecondi ed alimenti il desiderio naturale dei bambini di comprendere il mondo, la matematica, l’arte e le scienze naturali, con sguardi diversi e inscindibili, possono orientare  verso una conoscenza significativa ed euristica dei fenomeni. Il passaggio di seguito descritto si è sviluppato intorno alla scoperta della forma a “spirale”.

Le attività laboratoriali hanno occupato circa 6 ore, sono state svolte nel mese di marzo, in una classe quinta.

Prima attività

L’esperienza ha avuto come input una ricerca on-line di immagini degli elementi naturali che avessero la forma della spirale. Le immagini visualizzate hanno  condotto la classe all’apertura di diversi link, ed hanno avviato un’appassionante ricerca storica tra i personaggi del passato che hanno cercato di leggere la realtà con il linguaggio della matematica, da Pitagora a Fibonacci, da Galileo a Leonardo da Vinci.

3-3-primaria-foto-cabrini

Seconda attività 

Si è dato spazio alla figura di Fibonacci. Dall’interessante biografia del matematico, si è passati alla sua famosa “sequenza”di numeri e alla ricerca, alla LIM, degli elementi naturali e artificiali riconducibili alla serie numerica: forme a spirale,  disposizione dei semi, numero di petali, forma delle conchiglie, ecc.. Gli alunni si sono spontaneamente lanciati in una gara di calcolo rapido per continuare la serie, trovando le strategie migliori per essere corretti e veloci.

Terza attività

Dalla sequenza numerica si è passati alla costruzione della spirale. Con il compasso, il righello e la carta a quadretti i bambini hanno  disegnato le spirali. L’attività ha permesso l’introduzione contemporanea di nuovi termini e concetti matematici: area del quadrato, raggio e circonferenza. Gli alunni hanno scoperto, con prove ed errori, dove e come disegnare i quadrati aventi per lato i numeri della sequenza, hanno scoperto la misura dell’area dei quadrati, hanno disegnato settori circolari con il compasso, cercando di individuare il senso di rotazione corretto per poter ottenere la spirale.

Verifica

La verifica dell’avvenuto apprendimento si è basata sulla costante osservazione, sia durante le attività laboratoriali, sia  nelle attività che spontaneamente gli alunni hanno realizzato nei giorni successivi: il desiderio di creare lavori artistici, ha portato gli alunni a realizzare spontaneamente  una grande spirale, unendo diversi fogli di carta a quadretti. Ritengo che questa loro iniziativa sia da considerare la manifestazione di una competenza acquisita.

3-3-primaria-poster-artematica_c

Scopri di più su Math in Progress, clicca qui e vai al dossier completo

Forgot Password