Maturità 2021: in cosa consiste il colloquio. Sessanta minuti per conquistare il diploma

Dispongono di 60 minuti di colloquio per conquistare il diploma i 500mila candidati all’esame di maturità 2021. Eliminate anche quest’anno le prove scritte maturità a causa dell’emergenza pandemica, i candidati, mediamente cinque al giorno per ogni sottocommissione a cominciare dal 16 giugno prossimo, cercheranno di ottenere il massimo di valutazione possibile dai commissari dalla trattazione dei quattro punti su cui, in base a quanto disposto esplicitamente dall’art. 18 dell’OM n.53 del 3 marzo 2021, si dovrà strutturare il colloquio.

Due parti del colloquio maturità 2021 sono nelle prerogative dei commissari:

– una prima riguarda la discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, o della lingua e letteratura nella quale si svolge l’insegnamento, durante il quinto anno e ricompreso nel documento del consiglio di classe (presentato il 15 maggio 2021); l’altra richiede al candidato di svolgere l’analisi del materiale scelto preventivamente dalla sottocommissione – materiale costituito da un testo, o da un documento, un’esperienza, un progetto, un problema –  e finalizzato a favorire la trattazione dei nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline e del loro rapporto interdisciplinare.

Due altre parti in cui si struttura il colloquio maturità 2021 fanno riferimento a elaborati o relazioni predisposti dal candidato.

Il candidato sarà impegnato a presentare e discutere l’argomento maturità 2021 assegnato dal consiglio di classe e da lui elaborato e trasmesso al docente di riferimento interno alla commissione.

L’elaborato maturità 2021, oggetto di discussione con commissari, è concernente le discipline caratterizzanti e in una tipologia e forma ad esse coerente, integrato, in una prospettiva multidisciplinare, dagli apporti di altre discipline o competenze individuali.

Un altro elaborato o relazione, anch’esso oggetto di discussione all’interno del colloquio, prevede l’esposizione da parte del candidato, eventualmente mediante una breve relazione ovvero un elaborato multimediale, dell’esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi.

Ovviamente si soprassiede a questa discussione nel caso in cui tale esperienza sia già stata trattata all’interno del primo elaborato sulle discipline caratterizzanti.

Alla fine della giornata la sottocommissione assegna ad ogni candidato il punteggio maturità 2021 valutato sulla base della discussione dei quattro punti sopra evidenziati, oggetto del colloquio. Il punteggio massimo attribuibile è di 40 punti (non è previsto il minimo) che alla fine andranno a sommarsi ai punti (60 al massimo) dei crediti scolastici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA