Calcolatrici scientifiche e grafiche: ecco quali sono ammesse all’esame di Stato. L’elenco aggiornato

il Ministero dell’Istruzione, a differenza degli anni precedenti, ha comunicato fin dall’inizio dell’anno scolastico quali calcolatrici scientifiche e/o grafiche si potranno usare all’esame di maturità 2019. Infatti, lo scorso 17 ottobre, è stata pubblicata dal MIUR la nota sull’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche, con un elenco aggiornato dei modelli che si possono utilizzare all’esame di Stato 2019.

Clicca qui per leggere l’elenco aggiornato delle calcolatrici ammesse alla maturità 2019

L’elenco dei modelli permessi è stato aggiornato inserendo un’altra casa produttrice di calcolatrici, oltre alle quattro maggiori case che erano presenti nella circolare dello scorso anno (Casio, HP, Sharp e Texas Instruments). Sono infatti state aggiunte alcune calcolatrici scientifiche (non grafiche) prodotte dalla Citizen.

L’elenco permetterà alle Commissioni d’esame di controllare in modo rapido se le calcolatrici in possesso dei candidati rientrino tra quelle autorizzate

Già l’anno in previsione della Maturità 2017 il MIUR aveva fornito alcuni importanti chiarimenti sull’utilizzo delle calcolatrici scientifiche e grafiche nella seconda prova scritta dei Licei Scientifici.

Queste disposizioni, contenute nell’OM n. 257 del 4 maggio 2017, sono state confermate poi anche per la maturità 2018 e ulteriormente dettagliate in una  Nota della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione:  “Ai fini dello svolgimento della seconda prova scritta nei licei scientifici è consentito l’uso di calcolatrici scientifiche e/o grafiche, purché non siano dotate di capacità di calcolo simbolico (CAS – Computer Algebraic System). È inoltre vietato l’uso di calcolatrici provviste di qualsiasi tipo di connessione in modalità wireless, o che richiedano la connessione alla rete elettrica…”.

Si ribadiva che per “calcolatrice scientifica” si intende “un dispositivo elettronico con funzioni essenziali di calcolo matematico e statistico senza capacità grafica, che non ha bisogno di essere collegata alla rete elettrica e non è dotata di connessione wireless“; per “calcolatrice grafica” “un dispositivo elettronico con funzioni essenziali di calcolo matematico e statistico che permette di effettuare rappresentazione di grafici, tabelle e diagrammi, che non ha bisogno di essere collegata alla rete elettrica e non è dotata di connessione wireless“.

Ricordiamo che non è consentito l’uso delle calcolatrici dotate di capacità di calcolo simbolico (CAS) nello svolgimento della seconda prova scritta dell’Esame di Stato.

Proprio sull’uso delle calcolatrici domani, 25 ottobre, si terrà un nuovo webinar gratuito di Tuttoscuola. Clicca qui per saperne di più e per iscriverti gratuitamente.