Calcolatrici scientifiche e grafiche: ecco quali sono ammesse all’esame di Stato

Già l’anno scorso, in previsione della Maturità 2017, il MIUR aveva fornito alcuni importanti chiarimenti sull’utilizzo delle calcolatrici scientifiche e grafiche nella seconda prova scritta dei Licei Scientifici.

Queste disposizioni, contenute nell’OM n. 257 del 4 maggio 2017, vengono ora confermate e ulteriormente dettagliate in una  Nota della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione:  “Ai fini dello svolgimento della seconda prova scritta nei licei scientifici è consentito l’uso di calcolatrici scientifiche e/o grafiche, purché non siano dotate di capacità di calcolo simbolico (CAS – Computer Algebraic System). È inoltre vietato l’uso di calcolatrici provviste di qualsiasi tipo di connessione in modalità wireless, o che richiedano la connessione alla rete elettrica…”.

Si ribadisce e che per “calcolatrice scientifica” si intende “un dispositivo elettronico con funzioni essenziali di calcolo matematico e statistico senza capacità grafica, che non ha bisogno di essere collegata alla rete elettrica e non è dotata di connessione wireless“; per “calcolatrice grafica” “un dispositivo elettronico con funzioni essenziali di calcolo matematico e statistico che permette di effettuare rappresentazione di grafici, tabelle e diagrammi, che non ha bisogno di essere collegata alla rete elettrica e non è dotata di connessione wireless“.

Tuttavia anche per l’a.s. 2018/19 non è consentito l’uso delle calcolatrici dotate di capacità di calcolo simbolico (CAS) nello svolgimento della seconda prova scritta dell’Esame di Stato.

La Nota Miur contiene l’elenco dei modelli e delle famiglie di modelli di calcolatrici scientifiche e grafiche immesse sul mercato italiano negli ultimi 3-5 anni da parte dei principali produttori (Casio, Texas Instruments, HP e Sharp) e che possono essere utilizzate nello svolgimento della seconda prova scritta dell’Esame di Stato per i licei scientifici e comunque per tutti gli indirizzi di studio di scuola secondaria superiore. L’elenco, che comprende anche i modelli non più in commercio, sarà aggiornato di anno in anno.