Maturità 2019: come sconfiggere l’ansia da esame in 3 mosse. I consigli della psicologa

Ci siamo, domani è il grande giorno, quello della prima prova maturità 2019 che darà ufficialmente il via all’esame di Stato. Tutto è pronto, le tracce prima prova maturità 2019 non aspettano altri che gli studenti che in queste ore vivono momenti di ansia e angoscia. Peccato che la paura non sempre sia una buona consigliera. Lo sa bene Francesca Ballanti, psicologa psicoterapeuta e mediatrice familiare che ha confidato a Tuttoscuola alcuni modi in cui gli studenti possono provare a ritrovare la tranquillità e a sconfiggere l’ansia tipica della notte prima degli esami che li lascia insonni e non permette loro di riposarsi per affrontare nel modo giusto la loro prima prova maturità 2019.

1. Trovare dei momenti per distrarsi

“La maturità a volte può essere un evento che si ricorda in età adulta come ‘traumatico’ c’è chi non smette mai di avere degli incubi anche dopo molto anni – rivela a Tuttoscuola la dottoressa Ballanti -. È bene quindi che i ragazzi, in questi attimi così a ridosso dell’esame, si ritaglino dei momenti per distrarsi e fare qualcosa di piacevole come una corsa, un massaggio, ascoltare la propria musica preferita e, in generale, rilassarsi ed evitare di arrivare alla prima prova con l’ansia da prestazione. Proprio l’ansia da prestazione – spiega la psicologa – può infatti influire negativamente sul buon andamento dell’esame”.

2. Passare la giornata con i propri compagni di scuola

“Si può organizzare una giornata di ripasso con i propri amici per confrontarsi, rivedere insieme le ultime cose, ma anche rilassarsi e distrarsi un po”, spiega la dottoressa Ballanti. 

3. Immaginare qualcosa di bello

“Sicuramente, quando sale l’ansia forte – dice la psicologa – è utile pensare a cosa si farà una volta finita la maturità. In questo modo si porta la mente a focalizzarsi su qualcosa di bello, sul piacevole “dopo”, e a far scendere l’ansia”.